I cani randagi chiedono a due ragazzi di aiutarli a salvare il loro amico che sta per annegare

Ecco a voi la storia di Due cani randagi che hanno chiesto aiuto a due ragazzi per salvare un altro cane che rischiava di annegare.
Era un pomeriggio qualsiasi ed il ventunenne Trevor Costelloe, insieme al suo migliore amico Dave, stavano esplorando un parco acquatico abbandonato nei pressi di San Diego, in California.

I due ragazzi stavano documentando la loro avventura con il proposito di postarla su YouTube, ma, nel corso della loro esplorazione si sono avvicinati ai due ragazzi due cani randagi. Non hanno cercato di aggredirli, la loro era una semplice richiesta di aiuto, era molto evidente che i due animali si trovassero in una seria difficoltà.

Probabilmente i due ragazzi hanno compreso quasi subito che si trattasse di una richiesta di soccorso perché notoriamente uomini e cani si sono evoluti insieme e convivono da migliaia di anni, condividendo un legame più stretto rispetto a tutte le altre specie presenti sulla terra.

Dave e Travor stavano osservando le piscine ormai vuote e gli scivoli asciutti e ricoperti di graffiti, stavano filmando tutto con la loro videocamera e non sapevano nemmeno quanto tempo fosse trascorso prima dell’intervento della polizia, infatti ne avevano scorto un auto poco prima di addentrarsi all’interno del parco acquatico abbandonato di San Diego. Il fatto è che mentre procedevano con cautela, ad un tratto hanno visto un grosso Husky bianco che si avvicinava a loro rapidamente.

L’animale appariva molto stanco ed era chiaramente un randagio, data la sua magrezza e lo sporco del suo pelo. Poco dopo videro che in coda all’Husky si stava facendo strada un altro cane, un pitbull con il pelo a chiazze bianche e grigie, anche lui decisamente randagio. I due ragazzi all’inizio fecero di tutto per tenersi alla larga dai cani, soprattutto perché erano grossi e avevano paura di essere aggrediti, ma dopo qualche istante Dave è riuscito a farsi coraggio e si è avvicinato ai due randagi.

Appena l’umano si è avvicinato, i due cani hanno iniziato immediatamente a scondinzolare bonariamente, richiedendo coccole e facendo festeggiamenti. Ben presto i cani iniziarono a condurli verso una piccola piscina. Dace e Travor non potevano minimamente credere ai loro occhi, la piscina era piena di acqua stagnante e dentro c’era un altro cane randagio che si dibatteva con tutte le sue forze per cercare di rimanere a galla.

Il povero animale era in una situazione critica, non riusciva a toccare il fondo e a nuotare e stava velocemente esaurendo le proprie energie, infatti riusciva a mala pena a tenere la testa fuori dall’acqua putrida.

Se non avessero fatto qualcosa tempestivamente, l’animale sarebbe sicuramente annegato davanti ai loro occhi, non potevano rimanere a guardare. Trevor posò subito la videocamera e si avvicinò subito al cane per cercare di tirarlo in salvo, ma la piscina era troppo scivolosa, se si fosse tuffato non sarebbe riuscito a risalire neanche lui.

Mentre pensava ad una soluzione praticabile per affrontare il salvataggio, il povero cane smise di muoversi, si era indebolito ulteriormente, sarebbe morto in una manciata di minuti. Non ci pensò due volte, si liberò del cellulare e dei documenti, si tolse le scarpe e si lanciò in acqua.

Fortunatamente era un nuotatore provetto, nuotò con forza, afferrò l’animale e lo trascinò vicino al muro di cinta. Dave, una volta portato in salvo il cane, si apprestò a trascinare all’asciutto anche il suo amico completamente zuppo.

Il cane si riprese velocemente ed iniziò a scondinzolare e a leccare il volto dei suoi soccorritori, era molto grato che qualcuno gli avesse prestato soccorso, era grato di essere vivo.

Dopo brevi istanti di riconoscimento, i tre cani si allontanarono insieme, grati a questi due giovani esseri umani che gli avevano permesso di continuare a vagabondare insieme in eterno.

LEGGI ANCHE: Questo Bulldog ama guardare la strada attraverso un buco, così i suoi proprietari dipingono 2 “costumi” nel recinto