Hai mai messo una bustina di thè nel pentolino delle uova? Ecco perché dovresti farlo

La cucina orientale sta spopolando anche in Italia, diventando una tra le più richieste e gustate in tutto il mondo. Tra le varie tipologie di cucina orientale non possiamo non citare quella cinese, famosa per i suoi involtini primavera, i ravioli al vapore e molti altri piatti davvero gustosissimi.

Ma esiste un piatto della cultura cinese, appartenente alla sfera dello street food, di cui forse non tutti sono a conoscenza, ma dalla preparazione così semplice e dal gusto e dalla presentazione così particolari, che vi stupirà sicuramente. Stiamo parlando delle uova sode al tè. Un piatto davvero poco conosciuto che risulta molto difficile da trovare in Italia e che ad oggi, si può trovare solamente in alcuni ristoranti cinesi.


credit: Youtube/Fanpage.it

Il procedimento per la loro creazione è davvero semplice e in poco tempo potremo gustare anche noi questa particolare ricetta orientale. La prima cosa da fare sarà andare a lavare le uova sotto l’acqua corrente. A questo punto inseriamole in un pentolino, ricopriamole di acqua e le facciamo cuocere per 5 minuti.

Una volta trascorso il tempo necessario, raffreddiamo le uova sotto l’acqua corrente ed esercitando una leggera pressione, andiamo a creare delle crepe nei gusci; più se ne creeranno, migliore sarà il risultato finale.


credit: Youtube/Fanpage.it

A questo punto prepariamo una pentola nel quale verseremo un litro di acqua una bustina di tè, la salsa di soia, un pizzico di sale e qualche stecca di cannella. Una volta pronto il composto, immergere le uova e farle cuocere nel composto per circa 10-15 minuti.

Lasciatele in infusione per qualche ora, o preferibilmente per tutta la notte e il giorno dopo saranno pronte per essere gustate come colazione o per lo spuntino, basterà solamente eliminare la totalità del guscio e avremo davanti ai nostri occhi la magia di queste uova sode,colorate e speziate.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network: