Giovane scopre 135.000$ in contanti vicino al bancomat ma non esita a fare la cosa giusta

Chiunque sogna di trovare improvvisamente un sacco pieno di banconote, ma ad un ragazzino 19enne di nome José Romaniz è accaduto veramente. Questo giovane studente di Albuquerque si trovava nei pressi di un bancomat, dato che doveva prelevare del denaro per acquistare un paio di calzini per il nonno.

Mentre si avvicinava al dispositivo elettronico ha notato la presenza di un sacco trasparente proprio al suo fianco. Osservandolo meglio ha compreso che si trattava di una sacca di trasporto valori, piena zeppa di denaro.

credit: Youtube/KRQE

Senza pensarci due volte Romaniz ha contattato la polizia e il numero di emergenza scritto sullo sportello del bancomat. Con l’intervento delle forze dell’ordine si è scoperto che la sacca conteneva circa 135 mila dollari e che era stata dimenticata dall’addetto che doveva occuparsi di riempire il bancomat.

Una simile somma avrebbe decisamente fatto gola a tantissime persone, tuttavia questo ragazzo ha dimostrato al mondo intero la sua onestà facendo la cosa più giusta, ovvero restituendo il denaro ai legittimi proprietari.

credit: Youtube/KRQE

Romaniz è stato anche intervistato dai media locali per questa sua straordinaria azione, e il ragazzo ha voluto spiegare la sua linea di pensiero. José ha detto che quando ha visto quel denaro gli sono venuti alla mente i suoi genitori e la reazione che avrebbero avuto, se fosse tornato a casa con quel sacco “fraudolento”.

Immediatamente il ragazzo ha immaginato la madre, con l’infradito in mano, che tenta di colpirlo… così ha compreso immediatamente che era meglio restituire i soldi, e rendere la sua famiglia orgogliosa di lui.

credit: Youtube/KRQE

Per il suo gesto, il giovane ha ricevuto un’onorificenza dal sindaco Tim Keller e dal capo della polizia Mike Geier, inoltre ha ricevuto un premio di 500 dollari per contribuire alle sue tasse scolastiche da “PNM”, altri 500 dollari in contanti da “El Patron”, una carta regalo e degli abbonamenti familiari per la squadra di football dell’Università del New Mexico da “ESPN Radio”.

Related Posts