Eroico bagnino 16enne scoppia in lacrime dopo aver salvato la vita di un bimbo

Una professione decisamente molto importante è quella svolta dai bagnini.
Nei periodi estivi, questi si occupano di tantissime attività, che variano dal proteggere i nuotatori, ad educare le persone alla sicurezza, sia in piscina che a mare.
Un giovane bagnino di 16 anni è diventato un vero eroe, dopo aver svolto con coraggio il suo compito e salvato la vita ad un bambino.

Il nome del ragazzo è Michael Wood e quel giorno stava lavorando al Westwood Club, assicurandosi che in piscina tutto andasse nel modo giusto.
Tuttavia osservando con attenzione un fondale della piscina, ha notato qualcosa che decisamente non andava… la figura di un bambino immobile.

In un primo momento, pensava che il ragazzino si stesse solo divertendo, tuttavia, vedendo che non vi erano sue reazioni, ha compreso che la situazione era davvero drammatica.
A quel punto si è lanciato immediatamente in acqua, e afferrato il bambino, che era completamente svenuto, lo ha tirato fuori dall’acqua.

Il piccolo non riusciva più a respirare e il suo colorito stava diventando particolarmente cianotico.
Pertanto, Michael ha immediatamente praticato la RCP (respirazione cardio polmonare), per tentare di rianimarlo.
Fortunatamente il bambino ha immediatamente reagito al tentativo di soccorso di Michael e anche se con difficoltà ha ripreso a respirare.

Il bagnino e le persone che lo circondavano hanno tirato un respiro di sollievo, quando hanno visto le guance del piccolo riacquistare colore.
Tuttavia, non appena la situazione si è stabilizzata, Michael ha cominciato a piangere, probabilmente sfogando tutta l’ansia accumulata per una situazione così difficile.
Il bambino salvato aveva appena due anni e decisamente era troppo piccolo per rimanere a galla in piscina.

Per fortuna gli occhi attenti di Michael hanno evitato la tragedia e la sua storia è stata raccontata dai notiziari locali, permettendo a tutti di conoscere questo giovane eroe.
In passato Michael aveva già dato prova di eroismo, salvando un altro ragazzo, che era quasi annegato per essersi tuffato in un’area troppo profonda della piscina.

Nonostante la giovane età, questo ragazzo sa perfettamente come agire in acqua e come rispondere alle situazioni di emergenza con tutta l’audacia e la logica possibili.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network: