Ecco il motivo per cui i cambiamenti del tempo ci fanno stare male

Ogni anno siamo sottoposti a mille cambiamenti di clima e di tempo, il passare delle stagioni si fa sempre più netto in certi casi, e in altri, sempre più impercettibile, ecco perché tendiamo ad ammalarci in modo sempre più frequente: raffreddore, tosse, mal di testa, influenza sono sempre presenti.
Ma perché, con il variare delle stagioni, ci sentiamo così male?

Alcune ricerche ci dicono che nei cambi di stagione i raffreddori prosperano, i virus sono sempre molto presenti e attaccano il nostro sistema immunitario. In estate ci sono polline e altri allergeni che scatenano alcune problematiche al nostro corpo: come naso chiuso, sintomi respiratori, malattie di diverso tipo, vie nasali irritate e tanto altro.


credit: pixabay/Mojpe

In alcuni casi, anche infezioni, per esempio. Le persone con allergie stagionali in estate possono avere disagi diversi come il naso che cola. Il sistema immunitario va in sovraccarico e sono più vulnerabili. Tuttavia si tratta di infezioni più lievi rispetto a quelle invernali o autunnali.

In inverno, la tendenza a contrarre l’influenza è molto più alta, dato che si tratta di un virus che tende ad avere una diffusione ancora maggiore quando l’aria è più fredda e secca. Tuttavia, sia con l’influenza sia con il comune raffreddore, una volta che ce lo siamo passati di volta in volta, in genere è come se ci fossimo immunizzati in qualche modo, bisogna solo sperare che non ci siano varietà diverse che possano prendere d’assalto il nostro organismo.

A questo punto la grande domanda è: cosa possiamo fare per evitare di ammalarci con l’arrivo di stagioni differenti? Ci sono piccoli accorgimenti che fanno sempre al caso nostro: prendersi cura della propria igiene personale, allenarsi con regolarità, mangiare sano e seguire una dieta equilibrata, avere un riposto normale e buono.

LEGGI ANCHE: Perché si addormentano i piedi? Ecco quali sono le cause più frequenti