Costruiscono un passeggino per questo papà in sedia a rotelle: finalmente può uscire con la figlia

Oggi vogliamo raccontarvi una storia che dimostra come dall’unione tra la tecnologia moderna e la bontà delle persone possano venir fuori risultati straordinari. La notizia giunge a noi direttamente dagli Stati Uniti d’America, ed è la prova che esistono al mondo tante persone di buon cuore. La vicenda ruota intorno ad un uomo di 37 anni, Jeremy King, che dal 2020 vive la propria vita su una sedia a rotelle.

Qualche anno fa è stato diagnosticato a Jeremy un brutto male al cervello, che lo ha portato a sottoporsi ad un delicatissimo intervento chirurgico. L’operazione è andata tutto sommato a buon fine, nonostante la capacità motoria degli arti inferiori dell’uomo era ormai compromessa per sempre. Da allora vive ogni giorno della sua vita su una sedia a rotelle.


credit: Youtube/Good Morning America

A Giugno del 2020 lui e la moglie Chelsie hanno ricevuto la bellissima notizia di aspettare un bambino. Questo evento ha portato molta gioia alla coppia, sebbene Jeremy fosse triste del fatto di non poter garantire al proprio figlio la sua presenza costante. Soffriva del fatto di non poter accompagnare il piccolo al parco, di giocare con lui, di fare passeggiate insieme, e tutto ciò che un padre farebbe.

La svolta è avvenuta quando Chelsie, insegnante di “teatro” presso la Bullis School di Germantown, nel Maryland, ne ha parlato con un suo collega. Si è rivolta proprio al collega ed amico di lunga data Matt Ziegler, specializzato nella progettazione di nuove tecnologie sperimentali per persone con difficoltà. La classe di Matt lavorava da tempo ad un progetto che prevedeva la realizzazione di passeggini più sicuri per i neonati.


credit: Youtube/Good Morning America

Ma dopo il confronto tra Chelsie e Matt, il progetto ha iniziato a prendere una piega del tutto diversa. Ziegler e la sua classe hanno iniziato a lavorare ad un prototipo di una sedia a rotelle elettrica, con integrato un passeggino. Dopo qualche mese di progettazione e messa in pratica delle teorie elaborate, sono riusciti realmente a realizzare questo prototipo.

Da quando il bimbo è nato, l’intera famiglia non si fa mancare mai passeggiate all’aperto, e Jeremy si dice felice e grato per l’aiuto ricevuto. L’uomo ha dichiarato come in genere si dia per scontato poter essere una presenza costante per la propria famiglia, specialmente uscendo da casa. Ma grazie a questa soluzione realizzata apposta per lui, sta godendo a pieno la gioia di essere padre. Chissà che questa vicenda possa servire da esempio per la realizzazione in larga scala di questo modello pensato per tutti i papà nelle sue condizioni.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network: