Come tenere lontani i moscerini della frutta (una volta per tutte)

Le nostre case sono costantemente rifugio di una serie di animaletti microscopici e microrganismi che convivono perfettamente con noi e con le nostre abitudini. Purtroppo esistono anche degli insettini che causano enormi fastidi, tra questi non possiamo non ricordare i moscerini della frutta.

Quante volte appena tocchiamo una pesca o una mela poggiate in un contenitore della cucina, da questa si sparge una nube di piccole mosche che fanno passare la voglia di fare di quel frutto il nostro spuntino? Se anche voi avete sofferto di questo problema non preoccupatevi. Oggi verrete a conoscenza di tutte le più efficaci soluzioni, fatte in casa, per sbarazzarvi finalmente di questi fastidiosi animaletti.


Foto: pixabay/ceguitopixabay/skeeze

La prima cosa da fare è capire cosa attrae gli animali. I moscerini sono attirati principalmente dalla ricerca di cibo, quindi residui di piatti sporchi, rifiuti nella spazzatura, liquidi versati e frutta matura sono per loro un invito a pranzo, quindi deve essere nostra buona abitudine evitare che questi si trovino a loro disposizione. Individuato il problema adesso dobbiamo dedicarci alla sua soluzione. Di seguito trovate 3 possibili rimedi:

1. Usate del vino o della birra per attirare le mosche
Il vino e la birra proprio per via del loro odore dolciastro hanno la caratteristica di riuscire ad attirare questi insetti. Una piccola trappola che potete tendere loro è quella di versare del liquido per lavastoviglie all’interno di una bottiglia di birra o vino vuota, in cui era rimasta qualche goccia. Questa attirerà gli insetti che invischiati nel liquido non riusciranno ad uscire dalla bottiglia e voi potrete eliminarle tranquillamente.

2. Aceto + frutta marcia + cono di carta
Prendete un bicchiere o un vasetto e adagiatevi sul fondo un pezzettino di frutta marcia o molto matura infine aggiungete un po’ di aceto, quindi create con della carta un cono e inseritelo nel bicchiere mantenendo la punta verso il basso. I moscerini entreranno al suo interno ma non saranno in grado di uscirne.

3. Trappola con aceto e pellicola trasparente
L’ultimo consiglio è molto semplice. Versate dell’aceto di mele in un bicchiere e copritelo con della pellicola. Fatto questo con uno stuzzicadenti create dei forellini. In questo modo i moscerini riusciranno ad entrare ma non ad uscire dalla vostra trappola.
Non vi resta che provare questi consigli della nonna, si tratta di rimedi naturali che spesso funzionano, speriamo che anche con voi hanno sortito il giusto effetto.

LEGGI ANCHE: Come coltivare frutta nella tua cucina di casa. È facile e divertente!