Come pulire casa con l’aceto: 3 usi domestici per risparmiare denaro

Avatar

I cosiddetti rimedi “della nonna” o rimedi fai-da-te ci aiutano molto nella vita quotidiana, perché a bassi costi ci permettono di raggiungere risultati sorprendenti. In questo articolo vi parliamo dell’aceto, un ingrediente usato spesso in cucina di cui però non si conoscono le sue svariate qualità. Esso infatti può essere impiegato in diversi modi per la pulizia della casa e oltre a disinfettare è una valida alternativa naturale. Sia l’aceto bianco che l’aceto di mele si dimostrano due validi alleati nelle faccende domestiche. Vediamo tre usi specifici a cui l’aceto si presta.

Pulire vetri e specchi
Una miscela di aceto e acqua in parti uguali può essere usata per pulire vetri e specchi. Grazie anche alla sua azione anticalcare è l’ideale per pulire gli specchi del bagno. E’ sufficiente pulire con un panno antistatico imbevuto nella miscela e strofinare delicatamente ma al contempo accuratamente la superficie interessata. Per evitare di lasciare striature è consigliabile tamponare dopo il processo con della carta di giornale.

Detergente anticalcare
Come abbiamo detto per vetri e specchi, l’aceto è un rimedio anticalcare infallibile. Può essere impiegato all’esempio all’interno dei bollitori, per eliminare il calcare che si deposita al loro interno. Come? Basta lasciare per una notte l’aceto all’interno di essi e la mattina seguente noterete la differenza.

E’ ottimo anche per il calcare che si deposita sui lavelli, anche in acciaio, ma anche all’interno della doccia. Se la quantità di calcare presente è massiccia allora è consigliato utilizzare l’aceto in combinazione con il bicarbonato di sodio. Una volta imbevuta una spugna nell’aceto, applicare ad uno dei suoi lati uno strato di bicarbonato. Strofinare quindi sulla superficie interessata energicamente e aspettare un paio di minuti che il composto abbia effetto. Se necessario ripetere il procedimento e infine risciacquare.

Eliminare cattivi odori
L’aceto si presta anche come agente naturale contro i cattivi odori e il suo utilizzo in casa è molto efficace. Vediamo quattro situazioni in cui potreste applicarlo e come.
Frittura: se amate il fritto e quindi utilizzate spesso questo metodo di cottura, allora dovrete preoccuparvi anche di deodorare l’ambiente. Mettete a bollire dell’aceto e lasciatelo agire sull’ambiente della cucina, ma anche in camera.

Bagno: se i cattivi odori provengono dagli scarichi del bagno considerate l’utilizzo di una miscela a base di aceto, messo prima a bollire, e sale grosso. Versate il liquido delle tubature del bagno e lasciate agire per circa un’ora. Poi versate dell’acqua calda nuovamente nello scarico.

Deodorante spray: se volete produrre uno spray deodorante fatto in casa diluite due tazze d’acqua e un cucchiaino di aceto bianco. Versate il liquido in un nebulizzatore e utilizzatelo all’occorrenza.
Fumo: per eliminare i cattivi odori dovuti al fumo potete mettere dell’aceto nell’umidificatore del radiatore e lasciarlo agire durante la notte.