Come far tornare il tagliere di plastica come nuovo. Ecco il trucchetto naturale per pulirlo

Come molti di voi sapranno, i taglieri sono spesso un vero e proprio ricettacolo di batteri, dato che riescono ad inserirsi con grande facilità nei tagli che si formano utilizzando il coltello nella preparazione dei cibi.
Ovviamente nei taglieri di legno questo è molto più problematico, dato che assorbe anche l’acqua aumentando la proliferazione batterica, quindi è sempre consigliabile utilizzare un tagliere in plastica o uno in vetro.

Ma come facciamo a pulire correttamente il nostro tagliere in plastica in modo da sterilizzarlo completamente e rimuovendo anche l’alone scuro che è rimasto sulla sua superficie?
Non preoccupatevi, perché oggi vi forniremo tutte le informazioni necessarie per riuscire a ripulire completamente uno dei vostri strumenti da cucina preferiti.

Innanzitutto dovrete munirvi di alcun ingredienti totalmente naturali che sicuramente troverete nella vostra cucina, e che avrete sicuramente utilizzato per pulire tante altre parti della vostra casa, ovviamente stiamo parlando di:
Bicarbonato di sodio
Limone
Aceto bianco di vino

Per cominciare dovrete spargere un paio di cucchiaini di bicarbonato di sodio sul vostro tagliere.
Dopodiché tagliate in due il limone e strofinatelo sulla superficie del tagliere. Questo garantirà una maggiore disinfezione, eliminando alcuni fastidiosi batteri presenti e togliendo una parte delle macchie presenti.
Successivamente versate ancora un po’ di bicarbonato e terminate il tutto versandoci sopra dell’aceto bianco di vino.
Dopo aver versato l’aceto noterete immediatamente una reazione chimica tra le componenti, che permetterà di eliminare ulteriormente lo sporco e darà il colpo di grazia ai germi.

Come ultima fase della pulizia, date un ultimo tocco con il limone e passatelo sotto l’acqua, per eliminare tutti i residui.
Fatto questo vedrete il vostro tagliere tornato esattamente come nuovo e sarete pronti per tornare a sfruttarlo in tutte le sue funzioni.

Un altro consiglio per la sua pulizia è quella di sfruttare l’acqua ossigenata al posto del limone, donandovi un ulteriore livello di igienizzazione, ma in quel caso ricordatevi di sciacquare con più accuratezza.
Ricordate che questa pratica di pulizia va benissimo anche per i taglieri in legno e in vetro e che pulirli solo con acqua calda e sapone non dona mai il giusto livello di pulizia necessaria a questi strumenti.