Come devono essere lavati, stirati e conservati gli indumenti di lino?

Il lino è una fibra naturale, utilizzata da secoli per la creazione di indumenti e prodotti tessili. Utilizzato in estate dona una piacevole sensazione di freschezza. Nonostante sia molto resistente, ha l’inconveniente di non avere una grande elasticità, rendendo il capo di abbigliamento, se non trattato in modo corretto, scomodo e rigido da indossare.

Vestirsi con capi in lino, offre alla nostra figura un aspetto molto elegante, ma solamente se questo è mantenuto bene nel tempo e trattato con estrema cura. Per lavare il lino ovviamente bisogna seguire le indicazioni scritte sull’etichetta, ma il consiglio è quello di lavarlo sempre a temperature basse in modo da evitare al tessuto di deformarsi o restringersi.


credit: pixabay/Cnippato78

Optare sempre per un programma di breve durata e non fare mai fare ai capi in lino la centrifuga, che può danneggiare il tessuto. Risciacquare, sia per il lavaggio a mano che per quello in lavatrice, con estrema cura in modo tale da evitare sgradevoli residui di detersivo e conseguenti macchie. Per quanto riguarda l’asciugatura dei capi in lino, è sempre preferibile cercare di fargli mantenere una posizione ben tesa, in modo tale che il peso dell’umidità li lasci cadere per come devono.

Essendo un materiale estremamente leggero, si asciuga con estrema velocità e per riuscire ad ottenere un risultato perfetto è consigliabile ritirarlo mentre è ancora leggermente umido e passare quindi alla fase di stiraggio. Per stirare in modo perfetto e senza rovinarli, i capi in lino, è consigliabile l’utilizzo del vapore, ma prestando attenzione alla temperatura del ferro da stiro.


credit: pixabay/congerdesign

Questa infatti non deve mai essere elevata, in quanto potrebbe andare a rovinare il nostro tessuto. Se notiamo qualche piega che risulta essere più ostinata delle altre e non vuole andare via, un’ottima tecnica è quella di posizionare un panno pulito, asciutto e sottile tra il capo in lino e il ferro da stiro, in questo modo potremo aumentare leggermente la temperatura e liberarci della piega più velocemente.