Come asciugare le lenzuola in inverno in modo che non facciano puzza di muffa

I mesi freddi dell’anno ci danno non poche difficoltà per i nostri panni: bisogna lavarli e poi attendere che si asciughino, un processo molto complesso se poi parliamo di lenzuola, piumoni, coperte e tutto quello che riguarda il nostro letto. In pratica, com’è logico che sia, più gli indumenti son grandi e pesanti più sarà difficile asciugarli in serie e il prima possibile. Inevitabilmente sapranno di muffa.

Ma come fare per ovviare a questo spinoso problema? Dobbiamo accendere la lavatrice, usare un programma con centrifuga breve e che consenta di farli uscire meno bagnati dalla lavatrice (per intenderci, l’acqua scolerà nella lavatrice in maniera naturale e senza troppi problemi). Ora devi stenderli bene, per evitare che ci siano delle scomode sgualciture. In autunno, quando il clima non è ancora troppo rigido, possiamo anche provare a farli asciugare all’aria aperta. Ma se è troppo freddo meglio stenderli al chiuso.


credit: pixabay/stevepb

Ricordate che è fondamentale metterli l’uno lontano dall’altro usando le mollette. Altra cosa da tenere a mente: usate i termosifoni. Certo, non è bene poggiare i panni umidi su di essi, ma teniamoli vicini a fonti di calore che possono essere molto utili in tal senso. Per le camere in cui stenderli, vi consigliamo quelle più spaziose e ventilate che sono ottime per far sì che l’aria non ristagni troppo.

Evita sempre di usare i vestiti quando sono ancora troppo umidi: è una follia che potrà fare molto male alla tua salute. E non riporli nei cassetti quando non sono totalmente asciutti: anche in questo caso si tratta di qualcosa che finirà per creare muffa all’interno dei luoghi in cui li riponiamo e che tenderà a distruggere lentamente i nostri cari e amati vestiti, o biancheria da letto, che dir si voglia.

LEGGI ANCHE: 5 Consigli pratici per mantenere la casa sempre pulita se hai animali domestici