Catturano per errore un ratto gigante dal ghiaccio durante una giornata di pesca. Il video è esilarante!

Nicholas James Yohr, uno studente dell’Università del Nord del Michigan è andato a pescare con un gruppo di amici a New London, nel Wisconsin, lo scorso 19 dicembre. Non avrebbe mai potuto immaginare la sorpresa che nascondeva questo viaggio.

Nel video vediamo il ragazzo intento a pescare, come era solito fare, vista la sua grande passione per questa attività. Ma né lui né i suoi amici si sarebbero aspettati di trovare sotto il ghiaccio nulla di simile. Con grande stupore ed ilarità, infatti, vediamo Nicholas estrarre, al posto di un pesce, come si immagina in queste circostanze, un topo! Ma attenzione, non si tratta di un topo qualunque.

Questo che vediamo estrarre dal ghiaccio, è un topo muschiato, un roditore della famiglia dei cricetidi, molto diffusa nell’America settentrionale. Questo roditore ha dimensioni abbastanza elevate e la sua particolarità è che si tratta di una specie acquatica, principalmente notturna.

Questo, infatti, riesce a costruire diversi tipi di rifugio nella gran parte degli ambienti acquatici, anche quando ghiacciati. L’animale costruisce questi rifugi durante i periodi più caldi, quando quindi non è presente il ghiaccio. Li costruisce generalmente sopra il livello dell’acqua con diverse entrate, ed utilizza generalmente materiale vegetale.

All’interno di questi nidi le temperature sono più alte rispetto a quelle dell’acqua, e per questo l’animale li utilizza come rifugio durante l’inverno, in modo da superare i mesi più freddi. Questo topo si nutre principalmente di vegetazione acquatica, ma anche di piccoli pesci e molluschi o addirittura tartarughe di piccole dimensioni, ma solo quando il cibo scarseggia.

Questa specie è originariamente diffusa nell’America settentrionale, per questo motivo, anche se ha creato molto scalpore, non si è trattato in realtà di un evento raro. Se dovesse mai capitarvi di andare a pesca in quelle zone, tenetevi pronti a poter trovare un topo muschiato, e non preoccupatevi, è del tutto innocuo!

LEGGI ANCHE: La Pulpit Rock in Norvegia, l’ultima destinazione nella vita di alcuni turisti