Cagnolino porta i suoi amici senzatetto a casa del vicino per dar loro da mangiare

Le azioni di una donna, che ha deciso di prendersi cura di alcuni cani randagi, hanno inasprito molte polemiche nel mondo social. La vicenda ha avuto inizio quando una donna di nome Veronica Diaz, ha visto uno splendido cucciolone randagio, che vive abitualmente nel suo quartiere, presentarsi alla sua porta.

La donna ama molto gli animali e non ha resistito alla tentazione di offrire del cibo al cucciolone senzatetto. Ciò che tuttavia Veronica non avrebbe mai immaginato è che il cagnolone si sarebbe presentato anche in molte altre occasioni e portando con sé un po’ di compagnia.

credit by TikTok/@veronicadiazher1

L’animale, infatti, dopo aver familiarizzato con Veronica, non riesce a fare a meno di andare a trovarla e in vari casi si presenta con alcuni suoi amici. Ogni giorno, il suo amico a quattro zampe, si reca davanti alla sua porta, cercando le attenzioni della sua amica umana, e facendogli conoscere tanti dei suoi amici.

Un atteggiamento del genere dovrebbe apparire come un gesto gentile e generoso, ma in tanti, invece, non hanno esitato a criticare la donna, per aver dato da mangiare a degli animali randagi. Secondo molte persone, la presenza di cani privi di padrone è un autentico problema e quindi, piuttosto che dargli da mangiare, Veronica avrebbe dovuto contattare le autorità per far intervenire un accalappiacani.

credit by TikTok/@veronicadiazher1

Nonostante le critiche, la donna continua a mostrare affetto e attenzioni per il suo amico e gli ospiti che porta davanti alla sua casa e fortunatamente, sembra che abbia ricevuto anche il supporto di tanti altri individui che hanno visto nel suo gesto nient’altro che un atto d’amore e gentilezza.

I video di Veronica sono diventati virali e proprio grazie ad essi la donna sta cercando di stimolare sempre più persone a prendersi cura dei cani randagi, ogni qualvolta ne hanno la possibilità e anche se molti, proprio come lei, non possono permettersi il lusso di adottarli, non significa che non possano fare dei gesti che rendano migliore e più semplice la loro vita.

Related Posts