Ama e rispetta i tuoi genitori mentre invecchiano: una storia breve e potente

Ama e rispetta i tuoi genitori mentre invecchiano: una storia breve e intensa. Siamo così presi dalla vita che a volte ci dimentichiamo dei nostri genitori. Siamo così impegnati a guadagnarci da vivere che dimentichiamo che stanno invecchiando.

Quando stavi crescendo loro erano lì per sostenerti e ora che stanno raggiungendo la loro età d’oro, a volte neghiamo loro il nostro tempo – la cosa più preziosa che ti chiederanno. Prenditi un momento per leggere questa toccante storia tra un uomo e il suo vecchio padre, lascia che sia un delicato promemoria per chiamare o meglio ancora per far visita ai tuoi genitori.

La storia comincia: Un uomo di 80 anni era seduto sul divano a casa sua insieme al figlio di 45 anni, molto istruito. All’improvviso un corvo si appollaiò sulla loro finestra. Il Padre chiese a suo Figlio: “Cos’è questo?” Il Figlio rispose “È un corvo”.

Dopo alcuni minuti, il Padre chiese a suo figlio la seconda volta, “Cos’è questo?” Il Figlio disse “Papà , ti ho appena detto che è un corvo”. Dopo un po ‘, il vecchio padre chiese nuovamente a suo figlio la terza volta, “Cos’è questo?” In quel momento si sentì un’espressione di irritazione nel tono del Figlio quando disse a suo Padre con tono alterato: “È un corvo, un corvo”.

Poco dopo, il Padre chiese nuovamente a suo Figlio per la quarta volta: “Cos’è questo?” Questa volta il Figlio ha urlato al Padre: “Perché continui a farmi la stessa domanda più e più volte, anche se te l’ho detto tante volte” È UNA FOLLA “. Non sei in grado di capirlo? ”

Poco dopo, il Padre andò nella sua stanza e tornò con un vecchio diario a brandelli, che aveva mantenuto da quando era nato suo figlio. Aprendo una pagina, chiese a suo figlio di leggere quella pagina. Ecco cosa c’era scritto .

“Oggi il mio figlioletto di tre anni era seduto con me sul divano, quando un corvo era seduto sulla finestra. Mio figlio mi ha chiesto 23 volte di cosa si trattava e ho risposto a lui tutte le 23 volte che era un corvo. L’ho abbracciato amorevolmente ogni volta che mi ha ripetuto la stessa domanda ancora e ancora per 23 volte. Non mi sentivo affatto irritato, piuttosto provavo affetto per il mio bambino innocente “.

Mentre il piccolo bambino gli ha chiesto 23 volte “Cos’è questo”, il Padre non ha provato irritazione nel rispondere alla stessa domanda tutte le 23 volte e quando oggi il Padre ha chiesto al figlio la stessa domanda solo 4 volte, il Figlio si è sentito irritato e infastidito .

Dunque: Se i tuoi genitori raggiungono la vecchiaia, non rifiutarli o considerarli come un peso, ma rivolgi loro una parola dolce, sii gentile, obbediente, umile e affabile con loro. Sii premuroso con i tuoi genitori.

Da oggi pensa ad alta voce: “Voglio vedere i miei genitori felici per sempre. Si sono presi cura di me sin da quando sono nato. Hanno sempre riversato il loro amore disinteressato su di me. ”

Si sono presi cura di te da quando sei nato, e loro si preoccupano ancora di te. Ora tocca a te dare ai tuoi genitori amore, rispetto e prenderti cura di loro. Ama i tuoi genitori e trattali con amorevole cura, perché conoscerai il loro valore solo quando vedrai la loro sedia vuota.

Ecco una versione di questa storia che hanno ricreato in video, devi guardarla:

Questa bellissima e stimolante storia circola da anni sul web non si conosce l’autore. Si tratta di una bella storia che ci ricorda quanto siano importanti i nostri genitori e che la vecchiaia seppur difficile da accettare è una vera benedizione.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network: