Alcuni consigli per pulire il nostro bagno da calcare e incrostazioni

Il calcare in bagno è, purtroppo, sempre presente. Quando arriva il momento delle pulizie, è sempre una fatica cercare di pulirlo via, e a volte sembra davvero impossibile. Nonostante si usino i detergenti più costosi sul mercato, spesso e volentieri, il risultato è poco soddisfacente, ed inoltre rischiamo di intossicarci a causa delle sostanze chimiche aggressive che possono essere dannosi sia per la pelle, per i polmoni che per l’ambiente stesso. Per tutti questi motivi, oggi vogliamo darvi una serie di consigli infallibili per pulire alla perfezione.

Innanzitutto, il modo più efficace per rimuovere le macchie causate dal calcare è utilizzare una sostanza acida, che ammorbidirà e farà dissolvere più facilmente la macchia. Un prodotto assolutamente naturale, è il succo di limone, o anche l’aceto. Basta lasciare che le sostanze agiscano per una decina di minuti sul calcare, e rimuovere poi il tutto con un panno in microfibra. Questa soluzione funzionerà mille volte meglio di qualunque altro prodotto chimico.

Per il calcare che va a formarsi intorno ai rubinetti, invece, basta immergere un panno nel succo di limone o nell’aceto, ed avvolgerlo intorno al rubinetto, e lasciarlo lì per circa un’ora. Basterà poi risciacquare con un po’ di acqua, e se non si è soddisfatti del risultato, basterà ripetere ancora una volta l’operazione. Se si vuole ottenere una maggiore brillantezza, può essere utile strofinare sui rubinetti un poi di farina, e poi lucidare con un panno in cotone asciutto.

Il risultato sarà incredibile! Se il soffione della doccia è ostruito dal calcare, cosa che accade molto frequentemente, non dovrai sostituirlo. Puoi porre rimedio semplicemente svitandolo ed immergerlo in una bacinella con aceto bianco e acqua per una notte. Tornerà come nuovo! Per la pulizia del gabinetto, invece, basta utilizzare l’aceto. Per prima cosa, se il calcare è davvero invadente, è necessario versare una bottiglia di aceto sulla tazza e lasciarlo agire tutta la notte, spruzzandolo anche intorno ai bordi. Dopo diversi risciacqui, il bagno tornerà come nuovo, e le macchie di calcare saranno completamente sparite.


credit: pixabay/La-Belle-Galerie

Le vetrate della doccia, invece, possono essere molto difficili da pulire, soprattutto quando non si lavano per molto tempo. I vetri hanno bisogno di una certa manutenzione, ma se ci si ritrova in una situazione abbastanza complicata a causa del calcare, si può ricorrere ancora all’utilizzo dell’aceto, spruzzandolo sulla doccia e lasciando riposare tutto per circa trenta minuti. Basterà passare un panno per rimuovere i residui, e risciacquare. La doccia sarà come nuova!