6 Errori che TUTTI commettiamo quando conserviamo il nostro cibo in frigorifero

Sarà capitato a tutti, in più di un’occasione, che nonostante abbiate conservato il cibo nel vostro frigo, questo non si sia mantenuto fresco e si sia rovinato. Anche all’interno del nostro frigorifero c’è un posto corretto per ogni cosa e la sua organizzazione interna deve essere eseguita nel migliore dei modi per evitare gli sprechi alimentari.

Esistono 6 errori davvero comuni che commettiamo tutti quando conserviamo il cibo nel frigorifero e oggi ve li elencheremo in modo che possiate correggere le abitudini sbagliate.
Ecco per voi gli errori da non fare:


credit: pixabay/Pexels

1. Conservare le verdure a foglia verde in sacchetti chiusi
Bloccando all’interno di un normale sacchetto per alimenti questo tipo di vegetali, evitiamo in loro il ricircolo dell’aria. Questa pratica, che a noi appare come molto igienica va invece ad agevolare la creazione di muffe e batteri che danneggiano la foglia e minacciano la nostra salute. Se volete conservarle in dei sacchettini, assicuratevi di forarli, altrimenti dopo averle lavate e asciugate correttamente, mettetele in frigo all’interno di un contenitore forato.

2. Utilizzare i ripiani del frigo in maniera errata
Mettere il cibo nel giusto ripiano riduce il rischio che questo si rovini. Nella parte superiore del frigorifero, che è la parte meno fredda, dovremmo inserire tutti quei cibi che non richiedono una lunga cottura o che non ne abbiano bisogno. Nella parte inferiore invece dobbiamo posizionare le carni crude, per permettere loro una migliore conservazione, essendo quella parte la più fredda del frigorifero.

3. Non sciacquare i frutti rossi prima di metterli dentro il frigo
L’ideale prima di conservare bacche, fragole e ciliegie è quella di sciacquarle in 3 parti d’acqua e una di aceto per evitare la formazione di batteri. Dopo aver lavato questi frutti rossi l’ideale è conservarli in un contenitore forato per metterli in frigo.

4. Conservare le cipolle e le patate insieme
Le cipolle emettono un gas naturale che accelera la germogliazione delle patate e alcuni studi hanno rivelato che i germogli di patata sono molto nocivi, causando dolori intestinali e in casi gravi anche problemi neurologici. Cerchiamo di conservare le nostre patate all’interno di un sacchetto di carte e riporle in un luogo fresco e asciutto, mentre le cipolle dovrebbero essere posizionate in un luogo ben ventilato.

5. Refrigerare gli alimenti che non ne hanno bisogno
Alcuni alimenti non vanno conservati nel frigorifero, perché il freddo influenza il loro sapore. Questi alimenti sono:
pomodori, cipolle, aglio, melone, anguria, agrumi, banane, patate e frutti tropicali. In questa lista ci sono anche il burro e il basilico, che andrebbero usati appena acquistati oppure conservati in frigorifero solo se già tagliati o se non saranno usati nello stesso giorno.

6. Posizionare alimenti dalla durata limitata nella porta del frigorifero
Alcuni alimenti, come le uova o il latte, non andrebbero posizionati nell’area della porta del frigo, dato che questa raggiunge una temperatura da 3 a 5 gradi superiore al resto del frigorifero. La posizione ideale dovrebbe essere quella di essere situati in uno scaffale in fondo alla parete del vostro frigo e posizionare sulla porta semplicemente le salse, i condimenti e le altre bevande.

LEGGI ANCHE: Il segreto dei detergenti per rimuovere la polvere da tutti i tuoi mobili con un panno in pochi minuti