4 usi alternativi dell’aceto bianco

L’aceto bianco, oltre ad essere un ottimo ingrediente da utilizzare in cucina, nella preparazione di svariate ricette, può risultare di grande aiuto anche come valida alternativa nella vita di tutti i giorni.
Ormai da tempo, infatti, l’aceto bianco è stato sdoganato come potente ingrediente naturale in grado di detergere e disinfettare molte superfici della nostra casa.

Questo è dovuto alle ottime proprietà sgrassanti e igienizzanti che l’aceto bianco possiede. Ha anche proprietà anticalcare e sbiancanti.
Ma non sono solo questi i benefici che l’utilizzo dell’aceto bianco può apportare alla nostra vita quotidiana ed è proprio per questo motivo che oggi abbiamo deciso di proporvene 4, utili e semplici.

1. Lucidare l’acciaio
L’aceto bianco è un ottimo ingrediente in grado di rendere l’acciaio della nostra rubinetteria e dei lavelli perfettamente lucidi. Una volta completata la loro pulizia, non ci resterà che versare una piccola quantità di aceto su un panno in microfibra pulito e passarlo su tutte le superfici interessate.

2. Contro il mal di gola
Magari qualcuno potrà essere restio ad utilizzare questo metodo, ma una volta provato non ne potrà più fare a meno. Tutto ciò che si dovrà fare sarà riscaldare dell’acqua e versarla in una tazza. A questa poi aggiungere un cucchiaio di aceto bianco e un cucchiaio di miele. In pochissimo tempo i fastidi causati dal mal di gola saranno spariti.

3. Sturare lo scarico
Quante volte ci è successo, facendo scorrere l’acqua, che questa non defluisse nel modo corretto? Una semplice tecnica per riuscire a sturare velocemente lo scarico è quella di versare una abbondante quantità di bicarbonato di sodio e successivamente aggiungere l’aceto bianco. Questa miscela andrà a creare una reazione chimica che libererà totalmente le tubature. Concludere risciacquando il tutto con abbondante acqua calda.

4. Disinfettante
Non tutti sono a conoscenza del fatto che l’aceto bianco è un ottimo disinfettante naturale. Infatti, dopo una puntura di insetto o un graffio superficiale, può essere utilizzato per ripulire la zona interessata. Basterà versarne una piccola quantità su un dischetto di cotone e posizionarlo sulla zona da trattare.