4 curiosità che non tutti conoscono riguardo al caffè

Il caffè come sappiamo, rientra tra le bevande più amate e bevute a livello mondiale ed è ottenuto dalla macinazione dei semi di alberi tropicali che appartengono al genere Coffea.
Il consumo di caffè si aggira intorno al miliardo e mezzo di tazzine bevute ogni giorno. Utilizzata soprattutto come bevanda energizzante mattutina, in molti paesi è una tradizione a cui molte persone non riescono a rinunciare.

Ma siamo sicuri di sapere proprio tutto ciò che riguarda il nostro amato caffè? Oggi vogliamo scoprire insieme a voi alcune curiosità che riguardano questa bevanda e che forse non tutti conoscono.ù

credit: pixabay/Christoph

1. Qual è l’origine del suo nome?
Il nome che tutti conosciamo, ovvero caffè, risale a tempi molto lontani, parliamo infatti dell’anno 1000. In quel periodo alcuni commercianti arabi, trasportarono i chicchi di questa pianta. Da questi chicchi riuscivano a creare una bevanda dagli effetti energizzanti a cui avevano dato il nome di “Qahwa”.

L’etimologia della parola è solitamente riconducibile a due ipotesi. La prima sostiene che faccia riferimento alla parola araba che letteralmente si traduce come vino o liquore e che più generalizzata sta a intendere una bevanda dagli effetti stimolanti. La seconda ipotesi invece si riconduce alla regione di Caffa, che si trova nell’Etiopia sud occidentale ed è il luogo dove la pianta di caffè è diffusa maggiormente.

2. Qual è il paese dove è più diffuso?
In molti pensano che il paese in cui viene consumato un maggior numero di caffè sia l’Italia. Nonostante siamo grandi cultori ed estimatori di questa bevanda, nella lista non arriviamo nemmeno tra i primi dieci. Ebbene si, in realtà, secondo la stima effettuata a livello mondiale, pare che il paese che consuma più caffè a livello mondiale sia la Finlandia.

credit: pixabay/Free-Photos

3. Esiste il caffè decaffeinato?
Per quanto riguarda il caffè decaffeinato, ne esiste una sola variante e parliamo esattamente della pianta Coffea Charrieriana ed è stata scoperta in Camerun. Questa infatti è l’unica pianta dalla quale è possibile la produzione di caffè che sia naturalmente privo di caffeina. Le altre tipologie di decaffeinato sono invece create in modo artificiale, grazie ad un procedimento che va ad eliminare gran parte della caffeina all’interno dei chicchi.

4. Aiuta davvero contro l’emicrania?
L’emicrania, o più semplicemente conosciuta come mal di testa, è uno dei disturbi più comuni e che può colpire a tutte le età. Si dice che il caffè possa aiutare a contrastare i fastidi causati dal mal di testa. Secondo alcuni esperti, il modo migliore per porre rimedio a questo disturbo è l’assunzione di caffè con il limone in quanto, il caffè agisce come vaso dilatatore e gli oli essenziali presenti all’interno del limone aiutano a migliorare la digestione, donando un immediato sollievo generale.