3 luoghi pieni di batteri, ma non tutti lo sanno

La pulizia della casa richiede tempo, impegno e dedizione, ma è assolutamente necessaria per vivere in un ambiente sano e curato. Vi sono però alcuni punti particolari della nostra abitazione dove è molto più facile l’accumularsi non solo dello sporco, ma soprattutto di batteri. Essi sono soliti proliferare in questo tipo di superfici, che richiedono dunque maggiore cura e pulizia. Scopriamo di quali superfici si tratta.

Le maniglie
Maniglie di porte, portoni e finestre sono superfici con cui veniamo talmente tanto a contatto da creare su essi veri e propri ecosistemi di batteri. Spesso sono luoghi dove non ci soffermiamo particolarmente al momento della pulizia, commettendo però un grosso errore. Maniglie, pomoli e manopole, sono inoltre presenti su gran parte del mobilio e dell’arredamento della casa.


credit: pixabay/MabelAmber

Quelli a cui bisogna prestare più attenzione degli altri sono sicuramente quelli dei mobili della cucina. Su di essi infatti si può depositare olio, grasso, sporco proveniente da alimenti, tutte prerogative per lo sviluppo di batteri. Lo stesso ambiente della cucina inoltre dovrebbe essere tutelato da queste insidie, onde evitare che questi microorganismi finiscano nei nostri piatti.

I taglieri
I taglieri da cucina, soprattutto quelli che presentano solchi derivati dal loro utilizzo, sono l’ambiente ideale per il proliferare dei batteri. Anche le abitudini per la loro corretta pulizia sono errate, perché nelle stesse scanalature dei taglieri i residui resistono agli sciacqui.

Il consiglio è quello di versare su di essi dell’aceto e lasciarlo agire per una decina di minuti. Dopodiché occorre risciacquarli per bene con dell’acqua calda. Infine, ma non meno importante, ricordare sempre di asciugarli completamente prima di conservarli nuovamente.

I bicchieri degli spazzolini da denti
I porta spazzolini da denti, spesso in vetro, sono luoghi dove si accumulano e proliferano non solo batteri, ma anche funghi. L’idea che con il dentifricio o con dell’acqua gli spazzolini restino puliti non è affatto attendibile. Il mangiare infatti si incastra all’interno delle setole e l’acqua si accumula nei fondi dei bicchieri.


credit: pixabay/MrTozzo

Questo fa sviluppare l’ambiente perfetto per la comparsa di microorganismi. Oltretutto, non sono oggetti a cui si presta una attenzione maniacale al momento della pulizia. Occorrerebbe invece lavarli e tenerli puliti di pari passo a quanto si fa con gli spazzolini, sostituendo questi ultimi di frequente.