10 parole tossiche da eliminare dal tuo vocabolario

Secondo numerosi esperti il linguaggio che adoperiamo nella nostra vita quotidiana, condiziona moltissimi aspetti della nostra felicità. In base a quanto scoperto dalla VU University di Amsterdam, l’utilizzo di determinati termini varia in base al carattere delle persone.

Gli introversi preferiscono utilizzare dei termini specifici e concreti e le loro frasi sono piene di “forse” e “probabilmente”, mentre gli estroversi scelgono parole più vaghe e dirette. Esistono 10 particolari vocaboli che sono risultati come dei veri “sabotatori” della felicità. Se volete migliorare la vostra vita, cominciate escludendo i seguenti termini dal vostro vocabolario.

credit: @criene via Twenty20

1 Colpa
Molto spesso affermiamo di sentirci in colpa, senza conoscere le ripercussioni psicologiche di questa parola. Sentirsi in colpa implica accettare qualcosa che non va in noi stessi e che alcuni dei nostri modi di essere non sono convenienti.

2 Fallimento
Il fallimento non esiste veramente ma è una esperienza che ci conduce in una diversa direzione nella vita e spesso ci consente di ricominciare, utilizzando meglio la nostra intelligenza.

3 Dovere
La parola “dovere” contiene moltissimi legami. È un termine inventato dalla società per produrre un senso di colpa in coloro che non vogliono fare qualcosa. Molte persone confondono il “devo” con il “voglio” e la soluzione è capire la differenza tra queste due sensazioni.

4 Impossibile
La parola “impossibile” occupa il più delle volte il posto del termine “improbabile”. Nella nostra psiche trasformiamo le azioni di cui non siamo pienamente consapevoli, in qualcosa di talmente complesso da farle apparire irrealizzabili. Bisogna accettare le sfide complesse e quando un obiettivo sembra impossibile bisogna solamente cercare un modo nuovo per portarlo a termine.

credit: @annaelisabethsmith via Twenty20

5 Odio
L’odio è una delle emozioni più malvagie che esista e crea danni in chiunque la viva. L’odio esiste sicuramente, tuttavia bisogna riuscire a catalogare meglio questa emozione, differenziandola da frustrazione, rabbia o risentimento.

6 Sempre
Questa parola può avere anche dei fini positivi, ma solitamente esce dalle nostre bocche quando cerchiamo di rimproverare qualcuno: “ti comporti sempre così”… oppure quando cerchiamo di proteggere qualcosa: “Ho sempre fatto così”. Il “sempre” è un termine che non corrisponde alla realtà, dato che le vicende della vita cambiano in continuazione, quindi è semplicemente una negazione della verità.

7 Mai
Proprio come “sempre” questa parola non può rispecchiare fedelmente la realtà, in quanto risulta in continuo movimento. Rimanere aperti al cambiamento è fondamentale per ciascuno di noi, perché ci consente di adattarci ed evitare le delusioni.

8 Problema
Questa parola viene legata a ostacoli e contrattempi e quando la inseriamo nei nostri dialoghi, il cervello reagisce facendo scattare degli allarmi e producendo una sensazione di ansia. Bisogna sostituire questo termine con la parola “sfida” e tutto assume un significato diverso… svantaggi compresi.

credit: @criene via Twenty20

9 Un giorno
Affermare che “un giorno potrai fare qualcosa” è un modo sicuro per mettere da parte i propri progetti vitali. Questa parola tende a nascondere la paura di fallire, di non avere fiducia nelle proprie abilità e di uscire dalla zona di comfort. Se desideriamo davvero qualcosa, bisogna impegnarsi sin da subito.

10 Prova
Come diceva un famoso personaggio di Star Wars, c’è fare o non fare, non c’è provare.
Anche se una situazione non dovesse procedere nel verso pianificato, non significa non bisogna mostrare un atteggiamento positivo verso di essa e il termine “provare” serve solamente a prepararsi psicologicamente ad un risultato insoddisfacente.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network: